LE DONNE E IL JUJUTSU

Molte volte le donne hanno paura di iscriversi ad un corso di Arti Marziali considerandole , a torto, un'attività prettamente maschile...
Eppure ci sono diverse ragioni per cui una donna voglia iniziarne la pratica:

Ad esempio...

 

Il JUJUTSU NON RICHIEDE L'USO DELLA FORZA FISICA.
Il Giapponese medio, ai tempi  della creazione di questa scuola, era di piccola corporatura, quindi  la scuola si basa su tecniche semplici e determinanti che sfruttano la biomeccanica per sopraffare avversari più forti.

Uno dei principi cardine del Jujutsu è che "Il Morbido vince il duro, il debole vince il forte", non serve quindi avere fisici da Bodybuilder o da Marines, è sufficente avere un buon tono muscolare ed avere voglia di praticare in serenità.

Le donne, fra l'altro, hanno un approccio più tecnico e meno fisico alla pratica, e questo le avvantaggia in una disciplina che fa dello studio tecnico il proprio punto di forza.

 

 

Il JUJUTSU E' UTILE ALLA DIFESA PERSONALE
Sebbene non sia considerato un "sistema di difesa personale", le tecniche insegnate sono estremamente efficaci e di semplice apprendimento.
Più importante delle tecniche,  però,  è che le praticanti sviluppano sicurezza interiore e  fiducia in se stesse, rendendole un bersaglio meno appetibile agli occhi dell'aggressore.
Molte aggressioni sono state fermate subito dall'atteggiamento di quella che veniva considerata una vittima.

Inoltre, alcune capacità che vengono insegnate  sono estremamente utili nella vita di tutti i giorni.. per esempio saper cadere controllando la caduta è utilissima in qualunque frangente per evitare di farsi del male in caso di inciampo, spinta  o incidente.

 

Lo Zanshin (attenzione, Consapevolezza) è un atteggiamento che si apprende dalla pratica costante, e che è utilissimo per rimanere consapevoli di ciò che ci accade attorno, aiutando la praticante ad "avvertire" il pericolo o, quantomeno, a riconoscerlo per tale.

 

La capacità di reagire allo stress,  ad un aggressione o semplicemente ad una situazione di pericolo sono tutti elementi estremamente importanti dell'autodifesa, ed il Jujutsu cerca di infondere nei suoi praticanti proprio queste attitudini.

 

Il JUJUTSU INCLUDE LO STUDIO DELLE ARMI ANTICHE DEI SAMURAI


La scuola Moto Ha Yoshin Ryu è considerata un Sogo Budo (Cioè un sistema Completo) perchè oltre alle tecniche a mani nude si studiano anche le armi dei Samurai: la spada lunga (Katana) , la spada corta (Kodachi) , i bastoni lungo (Chobo) e corto (Hanbo) . (vedi QUI l'articolo)

 

Con un arma in mano una donna ha le stesse capacità di un uomo, e spesso superiori!!!

Come scrivevamo prima, le donne in genere hanno un approccio più tecnico e meno "fisico" alla pratica delle arti marziali, e questo è esattamente lo spirito con cui va affrontato lo studio delle Armi antiche.

Precisione, velocità, determinazione, coraggio, sono tutte capacità che le donne hanno sempre dimostrato di avere in abbondanza e che sono il fondamento della pratica del jujutsu e delle sue armi.

 

Imparare l'uso delle armi potrà sembrare anacronistico ed inutile, ma è sicuramente divertente ed estremamente appagante, in più alcune delle capacità e strategie  apprese con le armi possono essere trasferite direttamente nella difesa a mani nude e nella difesa personale...In fondo un Hanbo (il bastone lungo un metro) può essere tranquillamente sostituito da un ombrello!!!

Keiko Wakabayashi sensei, una graziosa donna di 150cm ed 80 anni, ma un incredibile Samurai.
Keiko Wakabayashi sensei, una graziosa donna di 150cm ed 80 anni, ma un incredibile Samurai.

IMPARARE IL JUJUTSU è DIVERTENTE E CI FA STARE BENE

Il Jujutsu viene insegnato con il sistema tradizionale di Kata , un sistema che permette di apprendere gradualmente tutte le tecniche ed il corretto modo di muoversi, quello che inizialmente ci sembra strano o scomodo, dopo un pò diventa naturale e fluido.

Il portamento, la posizione, la postura, l'eleganza ed  il corretto modo di spostarsi ed i utilizzare la propria forza, sono tutti principi che si apprendono dai Kata e poi si riperquotono sul nostro atteggiamento fuori del tatami.
Il nostro corpo tenderà a prendere sempre quelle posizioni che sono sia difensive che, in buona misura, posizioni che permettono al nostro corpo di essere più equilibrato. Questo atteggiamento fisico si riperquote poi su quello mentale. MENS SANA IN CORPORE SANO, dicevano i latini.

Mariagiovanna, settant'anni e Cintura Nera (Shodan)
Mariagiovanna, settant'anni e Cintura Nera (Shodan)

 

A CHE ETA' SI INIZIA? SONO TROPPO VECCHIA PER QUESTE COSE!
Sebbene iniziare in giovane età (dopo i 14 anni) sia un ottima cosa, in realtà proprio per le sue caratteristiche tecniche, il jujutsu può essere praticato a qualunque età.. abbiamo praticanti particolarmente ammirevoli che hanno iniziato ben oltre i sessant'anni, e continuano felicemente anche ora che ne hanno settanta, raggiungendo risultati di assoluto rilievo.

Il nostro caposcuola, Akiyoshi Yasumoto, classe 1930, si presenta ancora a lezione in ottima forma!!

:-)

non è mai troppo tardi per iniziare!

Nel nostro Blog potete trovare diverse storie di donen coraggiose che hanno studiato il Jujutsi ed il Judo..
come

EDITH GARRUD
RENA KANOKOGI
SARAH MAYER
KEIKO FUKUDA

provate a leggerli, sono fonte di ispirazione!!!

 

 

 

Fare movimento, imparare a difendersi, praticare un arte con secoli di storia, stare meglio con se stessa e con il proprio corpo.
Perchè non provare?
Basta presentarsi al Dojo con abiti comodi e salire sul tatami..
LE PRIME QUATTRO LEZIONI SONO GRATUITE
:-)

potete contattarci al doushindojo@gmail.com - 328/3382067

Siamo QUI

Siamo nella palestrina a fianco del Bar del ASC Tennis Club, vicino agli impianti Tennis!!!
Il Martedi ed il Venerdi' dalle 19.45 alle 21.15!!!

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA DOUSHIN DOJO

 

doushindojo@gmail.com

 

CF 91019280253 - Iscrizione ASC 32423 – Iscrizione CONI 306925

Contattami

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti